Wormhole (10) ‎– Songs From The Counter Island

Label:
Wormhole Music ‎– WCD 05
Format:
CD, Album, Digipack
Country:
Released:
Genre:
Style:

Tracklist

1 Dawn On Deimos
2 Pandora's World
3 Lost In The Blue
4 The Traveller in Darkness
5 Death Star Nemesis
6 The Counter Island
7 Over The Grey Hills
8 The Prudence Of Sannias
9 Ylla

Notes

Recensione a Cura di Iacopo Mezzano
Avevamo già parlato dei Wormhole nel 2011, descrivendo una formazione gothic metal italiana ancora penalizzata da una eccessiva attenzione alla forma e poco efficiente nella energia delle sue melodie e dei suoi ritornelli.

Non immaginate la mia gioia nel rivedere questa formazione attiva sul mercato con un nuovo album, Songs From The Counter Island (2015), e nettamente migliorata rispetto al passato, perchè corretta proprio di quei dettagli che avevo evidenziato come difetti nel precedente disco.

Ancora concettualmente comparabili a formazioni gothic melodiche o metal moderne come Lacuna Coil ed Evanescence, i Wormhole hanno finalmente trovato la loro direzione artistica, suonando molto più originali e personali che in passato. Ma soprattutto, la solita bontà dei suoni e delle atmosfere della loro musica, unita alla eccellente prova tecnica dei musicisti, viene oggi degnamente supportata in primis da un songwriting sempre intenso e ispirato, ma anche da una prova vocale della cantante Valentina Marvulli finalmente calda, carismatica e non più concentrata soltanto alla precesione della tonalità delle sue parti acute.

Sì, finalmente i Wormhole hanno imparato a trasmettere qualcosa ai loro ascoltatori e ce lo dimostrano in particolare canzoni come l'opener Dawn On Deimos, o come le notevoli The Traveller In Darkness, Deathstar Nemesis, The Counter Island e The Prudence Of Sannias, veri fiori all'occhiello di questa opera. Manca ancora, ed è qui che i Wormhole hanno ancora da migliorarsi, qualche cambio di tempo e qualche stacco in più tra le differenti parti delle canzoni, che rendano l'andare del brano meno lineare e più colorato. Ma, lo ripeto, i passi avanti fatti in questi quattro anni sono stati davvero giganti, e di meglio ora non ci si poteva aspettare. Bravi!

Reviews