• zerbozerbo93 5 days ago

    Buonasera a tutti audiofili! Approfitterei della vostra gentilezza ed esperienza per 3 cose:

    Risalire al valore ed alla storia di alcuni vinili 12" 33giri (se mi spiegate anche come si fa posto delle foto).Non ho trovato nulla su discogs, solo delle copertine simili, magari con anche il codice della casa discogr. uguali, ma cover differente. La mia domanda è: possono avere valore aggiunto?

    Poi alcuni hanno la scritta ''non in vendita'' sul centro del disco, e facendo qualche ricerca ho trovato che è possibile che facessero parte di gruppi di vinili adibiti solo all'ascolto tramite jukebox, ma chiedo ulteriori conferme.

    Per ultima cosa: ho i vinili russi con la scritta in cirillico che trovano maggiormente lacune in me, quindi se qualcuno ne sapesse qualcosa sarei grato condividesse! :D

    Ringraziandovi in anticipo, buona serata
  • MikyMS 5 days ago

    Ciao, se non posti le foto non si capisce quali dischi sono o forse intendi questi?
    https://www.discogs.com/search/?q=Only+For+Dee+Jay&type=all
  • SirDaniel 4 days ago

    zerbozerbo93
    è possibile che facessero parte di gruppi di vinili adibiti solo all'ascolto tramite jukebox


    Ciao, no perchè i 33 giri e 12 pollici non sono mai adibiti ai jukebox però potrebbero essere delle edizioni promo per radio o discoteche, anche se non sono catalogate sul sito non è detto che siano molto rari o di valore, dipende.. difficile a dirsi se sono ricercati o sconosciuti.. per le foto vanno caricate su un sito di sharing apposito come ad esempio il vecchio imageshack, poi ti danno un link da ricopiare qui, per i dischi russi potresti individuarli dal codice del disco lo inserisci sopra nella barra del cerca e vedi se è stato catalogato oppure con delle app per smartphone di traduttori automatici tramite fotografia puoi risalire a maggiori informazioni..
  • zerbozerbo93 4 days ago

    Grazie ragazzi! Ma come faccio ad allegare le foto? E per i.codici dei vinili russi ho provato ma mi sa che un carattere è in cirillico e io lo.leggo con un'altra lettera (mi pare sia C che per loro è tipo la S se non sbaglio). Comunque potessi allegare foto renderei tutto più chiaro!

    GraZie
  • JRyall 4 days ago

    Carica le foto su un hosting esterno (Imgur va bene) e poi copia qui i link
  • zerbozerbo93 4 days ago

    https://imgur.com/a/6sElWeF

    Eccole qui! Grazie
  • zerbozerbo93 4 days ago

  • MikyMS 4 days ago

  • seventiesbln 4 days ago

    queli russi sono della Melodiya, la casa discografica di Stato sovietica, valgono meno di niente, negli anni Ottanta a Mosca si potevano comprare per tipo 300 lire l'uno, sono stampati malissimo e quindi quasi inscoltabili, soprattutto ci facevano stare più di un'ora di musica quando oltre i 45 minuti già butta male quanto a suono; a Mosca si trovano nei mercatini a peso; tuttavia il catalogo Melodiya era di suo interessantissimo, tanto che qualche anno fa un'etichetta mi pare americana lo comprò in blocco purtroppo per i russi per pochi spiccioli; uno degli altri dischi è della Supraphone, che era l'etichetta di Stato cecoslovacca; a differenza dei Melodya, i dischi d'oltre cortina cèchi, della DDR, ecc., erano spesso coproduzioni con etichette occidentali, così che anche le magre casse comuniste potevano pubblicare nomi importanti, ma erano pur sempre stampati malissimissimo, anche se meglio di quelli sovietici; Discogs supporta il cirillico, visto che parlo russo e ho un pc con tastiera dedicata ho provato a cercarti i link, tuttavia ci deve essere qualche problema di comunicazione perché Μелодия (Melodiya) e Рахма́нинов (Rachmaninoff. il dico del trio in basso a sx) separatamente Discogs li trova, ma insieme dice che non c'è niente, non so; se metti i numeri di catalogo dovresti comunque trovarli, poi se usi Chrome puoi chiedere al browser di tradurti il risultato;
  • MikyMS 4 days ago

  • seventiesbln 4 days ago

    MikyMS
    Però qualcosa di valore c'è , la maggior parte 78 giri

    be' sì, su più di cinquanta-sessantamila titoli pubblicati qualcosa di valore può scappare, soprattutto se precedente alla rivoluzione (tutto il potere ai Soviet!);
  • zerbozerbo93 4 days ago

    MikyMS
    Ma Ceccarossi sei sicuro che è Russo ?
    https://www.discogs.com/Domenico-Ceccarossi-Domenico-Ceccarossi-E-I-Contemporanei-VolIII/release/8414131
    Label Pentaphon


    Ciao! No intendevo solo l'ultima foto riguardo ai vinili russi
  • zerbozerbo93 4 days ago

    seventiesbln
    queli russi sono della Melodiya, la casa discografica di Stato sovietica, valgono meno di niente, negli anni Ottanta a Mosca si potevano comprare per tipo 300 lire l'uno, sono stampati malissimo e quindi quasi inscoltabili, soprattutto ci facevano stare più di un'ora di musica quando oltre i 45 minuti già butta male quanto a suono; a Mosca si trovano nei mercatini a peso; tuttavia il catalogo Melodiya era di suo interessantissimo, tanto che qualche anno fa un'etichetta mi pare americana lo comprò in blocco purtroppo per i russi per pochi spiccioli; uno degli altri dischi è della Supraphone, che era l'etichetta di Stato cecoslovacca; a differenza dei Melodya, i dischi d'oltre cortina cèchi, della DDR, ecc., erano spesso coproduzioni con etichette occidentali, così che anche le magre casse comuniste potevano pubblicare nomi importanti, ma erano pur sempre stampati malissimissimo, anche se meglio di quelli sovietici; Discogs supporta il cirillico, visto che parlo russo e ho un pc con tastiera dedicata ho provato a cercarti i link, tuttavia ci deve essere qualche problema di comunicazione perché Μелодия (Melodiya) e Рахма́нинов (Rachmaninoff. il dico del trio in basso a sx) separatamente Discogs li trova, ma insieme dice che non c'è niente, non so; se metti i numeri di catalogo dovresti comunque trovarli, poi se usi Chrome puoi chiedere al browser di tradurti il risultato;


    Grazie sei stato gentilissimo!! Per i codici ho provato ma non trova nulla.. mi viene il dubbio che una lettera io la possa intendere come albìfabeto italiano inìnvece corrisponde ad un'altra lettera del cirillico! Mi pare sia tipo C6483 398.
    e grazie ancora per le dritte!!
  • zerbozerbo93 4 days ago

    Un'altra curiosità: quando un vinile prende valore 'storico'? esempio.. suppongo che un vinile anche solo funzionante in maniera appena accettabile, ma del 1906, abbia il 70/80% del valore dedicato alla propria storia!
    Arrivo al dunque.. ad oggi i vinili di che anno incominciano ad avere valore 'storico? io ad esempio ne ho trovato qualcuno del 1959 e del 1956.. Possono incominciare ad essere un pelo preziosi?? hanno pur sempre 60 anni!!

    Grazie in anticipo
  • SirDaniel 4 days ago

    SirDaniel edited 4 days ago
    zerbozerbo93
    quando un vinile prende valore 'storico'?


    Questo è un discorso molto vasto diciamo sempre che DIPENDE da tante cose l'epoca pre-vinile il shellac la gommalacca insomma ha un mercato di collezionisti molto più ristretto e in ogni caso dipende dai pezzi, un Nilla Pizzi metà anni 50 vale 1 euro, un Elvis può valere più di mille.. potrebbero avere valore quelli politici del ventennio.. canzoni e inni.. oppure jazz e swing e il primordiale rock, e anche canzoni che sono più o meno famose ancora oggi se sono precedenti agli anni 50 possono avere valore altrimenti anche se hanno 70-90 anni ad oggi hanno un valore quasi nullo quindi nessun valore storico di vecchiaia aggiunto
  • MikyMS 3 days ago

    Il valore non lo fa l'anno ma i "collezionisti", il mercato che gira intorno a quell'artista /gruppo e se con il tempo non c'è il riciclo di nuovi collezionisti i prezzi scendono di molto , esempio Prince prima era quotato ma con il tempo non c'è stato il riciclo di nuovi collezionisti e ora dopo la morte qualcosa è risalito di prezzo ma pochissimi titoli
  • Garabombo 3 days ago

    Come ti hanno già risposto il "valore" non è determinato solo dalla componente anagrafica ma in relazione ad almeno altri parametri che spesso agiscono come (de)moltiplicatori.
    1) Dato anagrafico. Per quanto riguarda i libri ad esempio c'è un dato empirico dato per corrente dai bibliofili anglosassoni: ad ogni generazione si dimezza la quantità di copie disponibili (tutto ciò in assenza di conflitti armati e catastrofi naturali massive). Quindio abbiamo i tempi di dimezzamento di una data tiratura abbastanza calcolabili. Per i vinili l'empirismo può essere considerato anche maggiore.
    2) Dato numerico: ovvero numero di pezzi in circolazione. Maggiore la tiratura, maggiori le possibilità di trovare un pezzo in buono stato. Questo dato si relazione strettamente con la popolarità+richiesta del pezzo in questione, abbastanza ovviamente.
    3) Richiesta del mercato. Pezzi ricercati dagli estimatori moltiplicano il valore dell'opera sul mercato.
    4) Valore ab origine. Un opera costosa di suo va tenuto in consdierazione, sebbene, passato molto tempo il dato è quasi sempre calcolato nella tiratura: pezzi economici = tiratura maggiore; pezzi pregiati = tirature minime. Questo dato è quasi ininfluente col vinile.
    5) Artwork "fragile". Vedi ad esempio "Catch a Fire" dei Wailers versione Zippo o la "cerniera" di Wharol con gli Stones...

    Come ogni cosa legata al collezionismo feticcio spesso si tende a perdere il senso della realtà in alcune valutazioni e si cade nel più puro nonsense, ma così va il mondo.

    Per cui un libro di botanica di fine '800 con incisioni colorate a mano (tiratura 1000 esemplari) può "costare" meno di un pezzo di plastica + cartoncino stampa offset degli anni '70 (tiratura 3000 pz) ...
  • zerbozerbo93 3 days ago

    Garabombo
    Catch a Fire


    Grande grazie per le dritte!! sei stato chiarissimo :) e la cosa dell'empirismo denota quanto forse stiamo andando indietro nel tempo in fatto di genio!

Log In You must be logged in to post.